Stop caccia in Sicilia. Corrao (M5S), Vittoria di legalità e rispetto delle regole

L’eurodeputato aveva depositato interrogazione a Bruxelles. “Un plauso ad associazioni ambientaliste, ma ora aspettiamo quantificazione del danno”.


“La sospensione della caccia in Sicilia è una vittoria di legalità e rispetto delle regole. Voglio esprimere il mio plauso personale alle associazioni ambientaliste per il loro lavoro e la loro dedizione per la difesa dell’ambiente siciliano ma provo sdegno per quanto fatto dal governo Musumeci”. A dichiararlo è l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao a proposito del pronunciamento del Tar che in queste ore ha disposto la sospensione della stagione venatoria in Sicilia sino al 1 ottobre. Corrao aveva depositato proprio le scorse settimane, interrogazione alla Commissione Europea sulle presunte irregolarità dell’apertura anticipata della stagione venatoria in Sicilia, sollevando il rischio di sanzioni dall’Europa. “Ancora prima dell’abbattimento di alcuni esemplari di specie protette e riportati dalle cronache regionali – spiega Corrao – avevamo ravvisato numerose irregolarità nell’appena varato calendario venatorio firmato Bandiera-Musumeci. Evidentemente il peso politico delle doppiette in Sicilia ha avuto più rilevanza del rispetto dell’ambiente. Ci ha pensato il Tar a riportare normalità. Siamo fieri del lavoro svolto dalle associazioni ambientaliste ma ancora una volta, Musumeci e soci – conclude Corrao – hanno fatto fare alla Sicilia una bruttissima figura. Ora rimane da quantificare il danno d’immagine”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.