Sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il momento di staccare dalla parete questo cartello

Sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il momento di staccare dalla parete questo cartello 😢.
Questo è un cartello che per 5 anni ho esibito fiero nel mio ufficio. Un ufficio che ha ospitato fior di ambasciatori, ministri, difensori dei diritti umani da tutto il mondo ed esponenti politici, delle imprese e della società civile di ogni tipo.

La storia di questo cartello è una storia romantica, una storia d’altri tempi, una storia che racconta un po’ me stesso e un po’ la politica che mi piace fare, ossia la politica delle persone.

Ve la racconto:
Correva l’anno 2014, e come molti di voi sapranno, fui per la prima volta candidato ad una competizione elettorale, le prime europee a cui si presentò il m5s.
Non mi pagavano lo stipendio da mesi e quindi per poter girare la Sicilia feci di necessità virtù e mi adattai ad una modalità di viaggio alternativa, che peraltro avevo sperimentato nei miei viaggi e non mi dispiaceva affatto. Condussi una campagna elettorale in autostop.
In pratica mi arrangiavo chiedendo passaggi per l’isola e mi fermavo a dormire e mangiare a casa degli attivisti che offrivano ospitalità. Era come trasportare la mia esperienza in Couchsurfing e Hospitality Club in politica, una roba mai vista (pensate che nella stessa campagna elettorale si dice che esponenti di spicco di Forza Italia e PD abbiano speso anche oltre 300mila euro)!

Durante questo meraviglioso viaggio per la mia terra, questa “avventura elettorale”, mi chiamarono i ragazzi di Pantelleria (che conoscevo bene e con cui avevo lavorato ad un disegno di legge sulle isole minori), chiedendomi di andare lì a fare un evento. Gli dissi che era davvero complicato, perché sarebbe stato per me troppo dispendioso economicamente andare a Pantelleria per un giorno. Loro insistettero dicendomi che ero il loro candidato e avrebbero fatto, come meetup, una colletta per farmi andare nell’isola. Così mi arrivo un biglietto, pagato da loro, di andata e ritorno con tanto di evento e giornata organizzata. Prima di ripartire da Pantelleria i ragazzi del meetup mi diedero questo cartello che vedete in foto dicendomi 2 cose; che sarei stato sicuramente eletto e che con questo cartello (che dice “europarlamentare cerca passaggio per Bruxelles”) avrei dovuto continuare il mio viaggio in autostop, risalire tutta l’Italia e arrivare su a Bruxelles.
Così andarono le cose, il 25 maggio 2014 risultai il più votato d’Italia, e qualche giorno dopo presi il cartello e, partendo da Bagheria, dopo un paio di giorni di entusiasmante viaggio attraversando in lungo l’Italia, arrivai a Bergamo, dove presi un aereo low-cost per Bruxelles, altrimenti non sarei arrivato in tempo per la prima riunione. Mentre aspettavo l’imbarco mi chiamò il compianto Gianroberto Casaleggio, che mi disse “che bella cosa, se ce lo dicevi avremmo potuta comunicarla bene”. Ma io non ci avevo manco pensato a comunicarla, stavo semplicemente mantenendo una promessa ai ragazzi di Pantelleria.
Da quel giorno quel cartello è sempre stato con me, qui nell’ufficio che sto smontando da dove vi scrivo.

Sembrerà un messaggio banale o irrilevante ma rappresenta la politica che piace a me, la politica delle persone. Quella che ho sempre fatto e che continuerò a fare.
In tutti questi lunghi 5 anni di mandato mi sono stretto intorno al mio gruppo, alla mia comunità (e vi sono grato di avermelo riconosciuto con una affermazione così netta nel voto interno delle europarlamentarie, dove su base regionale sono stato il più votato d’Italia). Lo farò ancora, di nuovo, in questa campagna elettorale. Girerò ancora palmo a palmo il territorio e proverò a spiegare bene, insieme a voi, a tutti i cittadini quali battaglie abbiamo combattuto in questi anni e quali battaglie stiamo combattendo e combatteremo.
Spiegheremo insieme cos’è il MoVimento 5 Stelle, quali sono principi e obiettivi di una comunità che vuole rivoluzionare tutto.

Pantelleria è stata, proprio per ragione di questo cartello, la tappa numero 390 -ossia la tappa finale- del mio giro della Sicilia Comune per Comune (impresa credo senza precedenti che a breve proverò a raccontare prima con la racconta di “stories” di Instagram, su questa pagina, e poi con un libro). Sono pronto per una campagna elettorale ancora più entusiasmante di quella di 5 anni fa, preparatevi e venite con me perché ci sarà da lottare e dovremo essere davvero in tanti. Con la speranza di poter riappendere presto questo cartello al muro!

Per aspera ad astra ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

https://www.facebook.com/CorraoM5S/photos/a.836573519703144/2788198381207305/?type=3&theater

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.