Pomodoro del Camerun a Pachino. Corrao porta datterino in Parlamento Europeo

Signora Presidente, onorevoli colleghi, prendo la parola in quest’Aula del Parlamento europeo per denunciare, per l’ennesima volta, le conseguenze nefaste, le conseguenze negative di un accordo di partenariato economico, di un trattato di libero scambio, questa volta con il Camerun.

Mi sono trovato la settimana scorsa in Sicilia, la mia regione, e a Pachino, nella terra da cui prende il nome lo straordinario pomodoro, il Datterino, si trovano nei supermercati i pomodori dal Camerun. I produttori locali non riescono più a stare sul mercato, non riescono più a produrre e ad avere una vita dignitosa.

Ecco, questa globalizzazione a tutti i costi, questo volere per forza favorire sempre multinazionali e grande distribuzione è assolutamente inconcepibile e insostenibile. Peraltro, gli stessi partiti italiani qua rappresentati hanno ratificato e votato questo accordo da tutte le parti, e questa è una cosa assolutamente inaccettabile.

 

Ecco chi ha votato a favore del trattato di libero scambio con il Camerun: https://goo.gl/cVBPdu

 

Link Social

https://www.facebook.com/CorraoM5S/videos/2131541123539704/

 

L’intervento di Corrao a Strasburgo (versione originale)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.