INDAGINE SUL MUOS

INDAGINE SUL MUOS

INDAGINE SU UN’ANTENNA AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO…
Per la prima volta la Commissione Europea si interessa veramente al caso Muos!
Dopo averla “bombardata” con interrogazioni parlamentari e richieste di chiarimenti di ogni sorta, oggi è arrivata la risposta ufficiale: “La Commissione contatterà le autorità italiane per chiedere chiarimenti al riguardo”.
Ad allarmare la Commissione Europea è stata la denuncia del M5S sullo stato ambientale del territorio niscemese. Una delle falde acquifere infatti, quella che rifornisce il comprensorio adiacente alla base USA, dopo una serie di analisi è risultata altamente inquinata da idrocarburi pesanti dannosissimi per la salute dei cittadini.
Per chi come me ha partecipato a quasi tutte le manifestazioni No Muos, e seguito la vicenda sin dall’inizio come “normale cittadino”, oggi è una giornata importantissima. Dopo il falso impegno del Presidente Crocetta e il totale disinteresse di Renzi alla questione finalmente si riaccende una speranza, la speranza che l’Europa intervenga su quello che forse è il più grande saccheggio di sovranità popolare che la Sicilia, e l’Italia stessa, sta subendo da parte della Marina Militare Americana.
Il Muos va spento, subito!
L’Europa deve intervenire, a costo di dover scalare il palazzo del parlamento europeo a mani nude, come mi insegna il mitico Turi Vaccaro…

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.