Geotermia, siamo sicuri sia così green?

I rischi della geotermia e l’assenza di soglie di emissione

In Italia oggi avviene una cosa davvero inspiegabile, quasi paradossale: continuiamo a finanziare impianti geotermici altamente inquinanti attraverso gli incentivi per le energie rinnovabili. E’ proprio così. E adesso vi spiego perché.

La geotermia è una forma di produzione di energia che sfrutta il trasferimento del calore che si origina nella crosta terrestre. I vulcani, i geyser, le fumarole e le sorgenti calde sono le manifestazioni naturali visibili di questa energia termica contenuta nella Terra.
Apparentemente sembrerebbe energia pulita, green, senza alcun tipo di impatto. In realtà, tale forma di produzione energetica dà luogo, nella quasi totalità degli impianti, alla massiccia emissione di sostanze nocive e climalteranti. Inoltre, come ampiamente documentato da studi scientifici, le centrali geotermiche possono provocare terremoti, impoverire e inquinare le falde acquifere.

Oggi gli impianti geo-termoelettrici sono tutti in Toscana, l’unica regione ad averne. Ma è necessario intervenire e affrontare il problema perché sono in previsione centrali geotermiche anche in altre Regioni. Anche in Sicilia.

La cosa che stupisce è che l’energia geotermia sia oggetto di incentivi economici previsti dalla direttiva 2009/28/CE, nonostante essa rilascia ogni anno in atmosfera migliaia di tonnellate di inquinanti come idrogeno solforato, ammoniaca, anidride carbonica, mercurio e arsenico. Tuttavia non esiste ancora una limitazione delle soglie di emissione.
Per questo mi sono deciso ad appoggiare le istanze della Rete NOGESI, che insieme ai cittadini e ai Comuni interessati dall’inquinamento, soprattutto nella zona del Monte Amiata, protesta contro l’incentivazione delle centrali.

Il fatto che le centrali geotermiche inquinino, è ammesso dalla stessa Unione Europea. Recentemente la Commissione Europea ha commissionato uno studio intitolato ‘Geothermal plants’ and applications’ emissions: overview and analysis’ (“Emissioni delle applicazioni e degli impianti geotermici: quadro generale e analisi”). Uno dei risultati parla chiaro: le emissioni provenienti dalle centrali geotermiche dipendono fortemente dalle condizioni geologiche locali e possono essere importanti e dannose.
Occorre dunque che il Ministero dello Sviluppo economico prenda in considerazione questi dati nella elaborazione del decreto sulle comunità energetiche di imminente pubblicazione.
Non è più ammissibile dare incentivi destinati alla riduzione dell’effetto serra per centrali che emettono più delle centrali a combustibile fossile.
Altra cosa semplicemente assurda è che oggi non esiste ancora una limitazione delle soglie di emissione nell’ambito della Direttiva emissioni industriali

Per questo oggi ho depositato un’interrogazione alla Commissione Europea, che incalza sul tema della geotermia e la spinge a stabilire Limiti di Emissioni delle centrali geotermiche nell’ambito della revisione della Direttiva 2010/75/UE;
e a considerare l’ipotesi di escludere dagli incentivi le centrali produttrici di sostanze climalteranti, come quelle a tecnologia “flash” ad oggi attive in Toscana.


11 risposte a “Geotermia, siamo sicuri sia così green?”

  1. Luigi Vivona ha detto:

    Perché non attingiamo alle altre fonti pulite che sono ancora poco sfruttate? Io investirei anche sulla ricerca in questo campo.

  2. Yuri Niccolai ha detto:

    Spettacolo grazie mille Ignazio a nome di tutto il Meetup Arcidosso 5 Stelle e i Cittadini contro la Geotermia Inquinate e Speculativa del Monte Amiata.

  3. Mauro ha detto:

    Grazie di appoggiare le istanze che portiamo avanti da più di un decennio, purtroppo inascoltati dalle istituzioni e ignorati dalla popolazione Amiatina.

  4. Biagio ha detto:

    Questa cosa è per me una autentica novità. Ero convinto che non inquinasse. Grazie Ignazio

  5. Alvaro ha detto:

    Grazie.- Gli incentivi alle rinnovabili in Toscana sono un paradosso in quanto privilegiano la geotermia (50 milioni/anno 2019 solo in Amiata?) a danno delle vere rinnovabili che rimangono pertanto fortemente penalizzate .

  6. Maria ha detto:

    Bisogna informare la.popolazione locale, è di vitale importanza per perorare la causa.

  7. Marcello ha detto:

    Certo che di bischerata ne scrivi parecchie, a cominciare dal fatto che non esistono limiti alle emissioni, che invece sono pesantemente normate, con limiti di immissione precisi e stringenti con valoriolro inferiori ai limiti italiani Le migliaia di tonnellate immesse sono un’altra favola dei nogesi senza tenere di conto che non c’è una sola centrale da cui esce il vapore residuo, ma ben 34 centrali disperse su un territorio complessivo di 2000 km quadrati. Inoltre sono operativi su tutte le centrali gli impianti Amis, che abbattono fino al 99% di idrogeno solforato, mercurio e ammoniaca. In terza battuta invito lei e tutti i meetup nogesi a fare una passeggiata, per mostrargli dove è presente il vero inquinamento nel territorio amiatino.

  8. Tiziana Visconti ha detto:

    Grazie. Questo è un problema serio per quanto riguarda la salute del Pianeta ( a causa della grande quantità di gas clima alteranti che rilasciano in atmosfera dette centrali) e la salute dei cittadini residenti in certe aree (il sangue degli abitanti del Monte Amiata, zona priva di altri impianti industriali, è ricco di metalli pesanti come arsenico, mercurio, antimonio, tallio…). Grazie per essere la nostra voce al Parlamento Europeo.

  9. Alvarog ha detto:

    La geotermia oltre alle criticità a carico delle matrici ambientali aria-acqua-suoilo è anche poco rispettosa della salute come in Amiata (Studio InVetta e stUdio epidemiologico 2010).iNOLTRE la geotermia, stante gli elevati incentivi che usufruisce, è una truffa legalizzata a danno dei cittadini e delle vere energie rinnovabili. sTANTE -pim in ragione del forte inquiStante l’elevata entità di tali incentivi, la geotermia

  10. Alvarog ha detto:

    La geotermia oltre alle criticità a carico delle matrici ambientali aria-acqua-suoilo è anche poco rispettosa della salute come in Amiata (Studio InVetta e stUdio epidemiologico 2010).iNOLTRE la geotermia, stante gli elevati incentivi che usufruisce, è una truffa legalizzata a danno dei cittadini e delle vere energie rinnovabili. sTANTE -pim in ragione del forte inquiStante l’elevata entità di tali incentivi, la geotermia

  11. Yuri Niccolai ha detto:

    Marcello mi mostri il link dove vengono segnalati i limiti di emissione delle Centrali Geotermiche, io vivo ad Arcidosso sul Monte Amiata e ci lotto da 5 anni, contribuendo ad eliminare gli incentivi nel FER 1, gli AMIS ci sono ma non sempre funzionano, l’ho visto in prima persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.