Fondi UE per i servizi di prima infanzia nei Comuni siciliani

E’ uscito l’avviso pubblico relativo al PO FESR 2014/2020 – Azione 9.3.1 “Interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici da adibire a nidi di infanzia e servizi integrativi per la prima infanzia e a centri di aggregazione per minori e centri educativi diurni rivolti a popolazione di fascia 4-18 anni”.

 
In cosa consiste il bando?
L’avviso è volto a sostenere, in tutto il contesto regionale, attraverso il supporto agli investimenti pubblici dei Comuni, la strategia di qualificazione rete di strutture dedicate e un sistema di interventi capace di colmare le lacune nell’offerta di servizi rivolti alla popolazione di età 4-18 anni.
Cosa finanzia?
Sono ammissibili al contributo finanziario di cui al presente Avviso le operazioni di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici, compresa la fornitura delle relative attrezzature e arredi, da adibire alla erogazione dei seguenti servizi:
  1. Nidi per l’infanzia o asili nido, micro nido e servizi integrativi per l’infanzia;
  2. Centri di aggregazione per minori, centri ludici e centri educativi diurni rivolti alla popolazione di fascia di età 4-18 anni, con particolare attenzione ai servizi offerti per la fascia 4-6 anni.

Gli interventi ammissibili sono elencati, a titolo indicativo, all’art. 3 dell’Avviso.

Chi può partecipare al bando?

Possono partecipare i Comuni della Regione Siciliana e loro associazioni/consorzi/unioni, anche associati con altri enti pubblici, ad esclusione delle 18 Città Polo individuate nelle Agende Urbane, alle quali è riservata la specifica procedura relativa alla quota territorializzata.

Nel caso di partecipazione di Comuni in associazione tra essi e/o con altri enti pubblici, i proponenti dovranno essere già costituiti nelle forme previste dalla normativa vigente, come richiamate nel D.P.R.S. n. 598/Serv.4/S.G. del 29/11/2016 o manifestare l’impegno ad associarsi.

Quante risorse sono a disposizione?

Il bando mette in palio € 5.708.460,40.

Il contributo finanziario in conto capitale concesso  è pari per ciascuna operazione ad un massimo di € 500.000

Come si partecipa al bando?

Le domande, sottoscritte con firma digitale, devono essere inoltrate a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) con specifico oggetto “PO FESR 2014/2020_AVVISO Azione 9.3.1 – progetto … (inserire titolo intervento)” al seguente indirizzo dipartimento.famiglia@certmail.regione.sicilia.it, compilando l’Allegato 1. Soltanto Copia del progetto approvato dall’ente richiedente dovrà pervenire su supporto informatico (CD o DVD), inserito in busta sigillata, a mezzo raccomandata A/R o brevi manu al seguente indirizzo: Regione Siciliana, Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro – Dipartimento famiglia e delle politiche sociali – Servizio 1 “Gestione fondi extraregionali” via Trinacria 34/36 – 90144, Palermo.

Quando scade?

Le domande via PEC dovranno essere inviate entro le ore 13.00del 17 maggio 2018. La consegna del plico sigillato dovrà avvenire entro le ore 13.00 del 7° giorno successivo alla data di scadenza di cui sopra.

Per maggiori info sul bando
https://www.euroinfosicilia.it/po-fesr-201420-asse-9-inclusione-sociale-avviso-azione-9-3-1/
Qui invece le FAQ relative al bando
https://www.euroinfosicilia.it/avviso-azione-9-3-1-faq-aggiornate-al-02032018/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.