Fondi UE per l’illuminazione pubblica

Fondi UE per l’ illuminazione pubblica.

La prossima programmazione dei fondi europei presterà molta attenzione alla questione energetica. In particolare l’Asse 4 del nuovo PO FESR 2014 2020, dotato di oltre un miliardo di euro, si occuperà del tema dell’energia.

All’ interno dell’Asse 4 in particolare sarà l’Azione 4.1.3 a rivolgersi all’ illuminazione pubblica.

4.1.3 Adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica, promuovendo installazioni di sistemi automatici di regolazione (sensori di luminosità, sistemi di telecontrollo e di telegestione energetica della rete).

L’azione riguarda gli interventi di sperimentazione e applicazione di innovazioni tecnologiche sulle infrastrutture del sistema di pubblica illuminazione finalizzate alla riduzione dei consumi energetici.

Al fine di massimizzare l’impatto dell’intervento e di superare la logica tradizionale della semplice sostituzione dei punti luce i cui benefici non sono sempre apprezzabili, le azioni di efficientamento della pubblica illuminazione dovranno essere ricomprese nel quadro del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile degli enti locali, redatto nell’ambito dell’iniziativa Patto dei Sindaci.

Ecco alcuni degli interventi che verranno finanziati:

  • sostituzione/ammodernamento delle fonti luminose esistenti con sistemi improntati al risparmio energetico;
  • installazione di sistemi automatici di regolazione intelligenti (sensori di luminosità, sistemi di telecontrollo e di telegestione energetica della rete, ecc.).

Beneficiari: Regione, Enti locali e loro società, Soggetti pubblici, Enti pubblici, partenariati pubblico-privati anche attraverso ESCo


10 risposte a “Fondi UE per l’illuminazione pubblica”

  1. Rosario Ferrante ha detto:

    Gentilissimo, sono un privato è vivo a Palermo in via Oasi Verde 19.
    Pur avendo pagato ogni onere di urbanizzazione siamo stati costretti tutti i proprietari ad organizzare privatamente linea fognarie manto stradale pur essendo di competenza comunale. Mi può dare indicazioni, visto l’articolo che ha postato, possiamo presentare una richiesta per illuminare la sede stradale.

  2. CIRO ha detto:

    molto interessante, finalmente una buona risorsa per i Comuni.

  3. Daniele Balducci ha detto:

    Ottimo lavoro .
    Grazie

  4. Antonino Italiano ha detto:

    mi occupo di risparmio energetico e produzione da rinnovabile), sono interessato a qualsiasi iniziativa del settore.

    Nino Italiano

  5. joska ha detto:

    un’informazione di natura tecnica.

    un comune interessato a partecipare che ha aderito al PAES nella redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile degli enti locali,come si deve muovere in tal senso ?

    che passaggi tecnici deve effettuare per raggiungere l’obiettivo?

    grazie ancora dell’ottimo lavoro di informazione e di dare sempre spunti interessanti e utili.

  6. franco ha detto:

    Ignazio, mi puoi inviare link da girare ai comuni che ci contatano per il palo di ricarica cellulari e illumimazione a led.
    Grzie Franco Viganò
    https://www.facebook.com/franco.vigano.71

  7. Vannigio ha detto:

    ad oggi non c’è ancora un bando per l’assegnazione di questi fondi. Dovrebbe uscire nei prossimi mesi, e quando uscirà verrà pubblicato nella sezione “tutti i bandi” del sito

  8. Grazie Ignazio, questa notizia è molto importante perché potrà permettere ai comuni di risparmiare e avere risorse da investire per favorire l’imprenditoria e le famiglie disagiate.

  9. Alfonso Lo Sardo ha detto:

    Salve
    Iniziativa molto interessante.
    Quando è prevista l’uscita dei primi bandi ?
    Quali sono le linee generali possibili del bando?

  10. Francesco ha detto:

    interessante siamo una ditta di installazione di impianti di pubblica illuminazione e ci interessa quando escono i bandi per la sostituzione delle armature a led
    393 9753245

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.