Fondi UE per la limitazione dell’impatto della pesca in Sicilia

Oggi vi parlo dell’importantissimo bando Misura 1.38 “Limitazione dell’impatto della pesca sull’ambiente marino e adeguamento della pesca alla protezione della specie” del PO FEAMP, che finanzia interventi nel settore della pesca siciliana.

L’obiettivo di questo bando è ridurre l’impatto della pesca sull’ambiente marino, favorire l’eliminazione graduale dei rigetti in mare e facilitare la transizione verso uno sfruttamento sostenibile delle risorse biologiche marine vive

Per fare ciò il bando è stato dotato di € 2.513.200,00.

Cosa finanzia?

Sono ammissibili i seguenti interventi:

- investimenti destinati ad attrezzature che migliorano la selettività degli attrezzi da pesca con riguardo alla taglia o alla specie;

- investimenti a bordo o destinati ad attrezzature che eliminano i rigetti evitando e riducendo le catture indesiderate di stock commerciali o che riguardano catture indesiderate da sbarcare conformemente all’articolo 15 del Reg. (UE) n. 1380/2013;

- investimenti destinati ad attrezzature che limitano e, ove possibile, eliminano gli impatti fisici e biologici della pesca sull’ecosistema o sul fondo marino;

- investimenti destinati ad attrezzature che proteggono gli attrezzi e le catture da mammiferi e uccelli protetti dalla direttiva 92/43/CEE del Consiglio o dalla direttiva 2009/147/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, a condizione che ciò non pregiudichi la selettività degli attrezzi da pesca e che siano adottate tutte le misure appropriate per evitare lesioni fisiche ai predatori.

Si specifica che sono ammissibili gli interventi che prevedono l’acquisto di beni materiali nuovi.

 

Chi sono i beneficiari?

  •  Armatori di imbarcazioni da pesca
  • Pescatori
  • Proprietari di imbarcazioni da pesca
  • Organizzazioni di pescatori riconosciute dallo Stato membro

Quanto finanzia?

La Misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari privati

L’intensità dell’aiuto pubblico può essere compresa tra il 50% e il 100% della spesa totale ammissibile quando l’intervento è attuato nell’ambito del titolo V e soddisfa tutti i criteri seguenti:

– interesse collettivo;

– beneficiario collettivo;

– elementi innovativi, se del caso, a livello locale.

In questi casi si possono applicare punti percentuali di aumento dell’intensità di aiuto fino al 30%.

L’importo massimo della spesa ammissibile per singola imbarcazione posseduta dal soggetto richiedente è fissato in € 75.000,00. In caso di domanda di sostegno collettiva o soggetto-beneficiario collettivo l’importo massimo della spesa ammissibile è fissato in € 950.000,00, fermo restando che per ogni imbarcazione, per la quale il soggetto associato partecipa all’iniziativa progettuale, l’importo massimo della spesa ammissibile non può superare € 75.000,00

Quando scade?

Per la partecipazione al Bando i richiedenti devono far pervenire entro e non oltre le ore 14,00 del 01 ottobre 2018

Per maggiori info

http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssessoratoregionaledelleRisorseAgricoleeAlimentari/PIR_DipPesca/PIR_FondiUnioneEuropea/PIR_FEAMP20142020/PIR_Bandi/PIR_2018/PIR_Misura138


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.