Fondi UE per la Cooperazione con la società civile in materia di gioventù – Erasmus+

Il Bando EACEA/37/2016 Cooperazione con la società civile in materia di gioventù”

è un invito a presentare proposte nell’ambito dell’Azione chiave 3 Settore Gioventù del Programma Erasmus+.

 

Qual è l’obiettivo del bando?

Fornire un sostegno strutturale alle ONG europee e alle reti a livello UE che perseguono obiettivi di interesse europeo nel settore della gioventù.

 

In cosa consiste?

I bando prevede la concessione di una sovvenzione di funzionamento per la realizzazione del programma di lavoro per il 2017 di ONG europee e reti a livello UE attive nel settore della gioventù con attività volte a:
– promuovere l’occupabilità dei giovani, in particolare svolgendo attività che favoriscono lo sviluppo di competenze e capacità attraverso l’istruzione non formale

– promuovere la responsabilizzazione dei giovani nella società e la loro partecipazione ai processi decisionali

– favorire lo sviluppo personale, socio-educativo e professionale dei giovani in Europa
– contribuire allo sviluppo del lavoro giovanile a livello europeo, nazionale, regionale o locale
– contribuire al dibattito sulle questioni politiche che interessano i giovani e le organizzazioni giovanili a livello europeo, nazionale, regionale o locale

– promuovere, tra i giovani in Europa, l’apprendimento interculturale, il rispetto della diversità, i valori della solidarietà, delle pari opportunità e dei diritti umani

– promuovere l’inclusione sociale dei giovani con minori opportunità

– contribuire all’attuazione della Dichiarazione di Parigi sulla promozione della cittadinanza e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l’istruzione (adottata a marzo 2015)

– contribuire all’attuazione del Piano d’azione sull’integrazione dei cittadini di paesi terzi (adottato a giugno 2016), attraverso azioni e progetti relativi all’integrazione nella società di accoglienza dei giovani provenienti da un contesto migratorio, compresi i rifugiati appena arrivati.

Il programma di lavoro annuale dell’organizzazione candidata deve prevedere attività senza scopo di lucro, orientate ai giovani e funzionali agli obiettivi indicati, in particolare:

– programmi di apprendimento e di attività non formali e informali destinati ai giovani e ai giovani lavoratori

– attività per lo sviluppo qualitativo del lavoro giovanile

– attività per lo sviluppo e la promozione degli strumenti di riconoscimento e trasparenza nel settore della gioventù

– seminari, incontri, laboratori, consultazioni, dibattiti dei giovani sulle politiche giovanili e/o questioni europee

– consultazioni dei giovani come contributo al dialogo strutturato nel settore della gioventù

– attività per promuovere la partecipazione attiva dei giovani alla vita democratica
– attività per promuovere l’apprendimento e la comprensione interculturale in Europa
– attività e strumenti riguardanti i media e la comunicazione sui temi relativi ai giovani e sulle questioni europee

 

Chi sono i beneficiari?

  1. Organizzazioni non governative europee attive nel settore della gioventù operanti attraverso una struttura formalmente riconosciuta composta da: un ente/segretariato europeo (l’applicant) legalmente costituito da almeno 1 anno (alla data di presentazione della candidatura) in uno dei Paesi ammissibili e organizzazioni/filiali nazionali in almeno 12 Paesi ammissibili.
  2. Reti a livello UEcomposte da organizzazioni senza scopo di lucro giuridicamente autonome, attive nel settore della gioventù, operanti attraverso un contesto di governance informale costituito da: un’organizzazione legalmente costituita da almeno 1 anno (alla data di presentazione della candidatura) in uno dei Paesi ammissibili, con funzioni di coordinamento della rete (l’applicant) e  altre organizzazioni stabilite in almeno 12 Paesi ammissibili.

Le Agenzie nazionali Erasmus+ e le organizzazioni che abbiano membri appartenenti ad Agenzie nazionali Erasmus+ (in numero pari o superiore a 2/3) non sono ammissibili al bando.

A quanto ammonta il contributo?

Il bando mette a disposizione 600.000 euro (indicativamente l’80% per le ONG, il 20% per le Reti). La sovvenzione di funzionamento sarà massimo di 35.000  euro.

Quali sono le modalità per la partecipazione?

Per la presentazione delle candidature è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

Qual è la scadenza?

29/11/2016, ore 12.00

Per maggiori info: EACEA – Agenzia esecutiva per l`istruzione, l`audiovisivo, la cultura
Sito Web https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/key-action-3-%E2%80%93-support-for-policy-reform-civil-society-cooperation-in-field-youth-eacea372016_en

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.