Diritti umani e civili

2018
17/Mag

Il Rif, la regione eterna ribelle del Marocco. Si piega, ma non si spezza

E´ da più di un anno ormai che una serie di sollevamenti popolari scuotono il regno del Marocco dalle fondamenta. Tutto è iniziato circa un anno fa nella regione montagnosa del Rif, nel nord del paese, storicamente la più povera e ribelle. Queste proteste sono esplose il 28 ottobre 2016, quando un pescatore locale, Mouhcine […]

2018
15/Mag

L’insensibilità dell’America ai tempi di Donald Trump

Secondo le autorità locali, in questo momento si contano circa 3 mila palestinesi feriti, dal momento del trasferimento dell’ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a Gerusalemme. Oltre ai feriti si contano oltre 60 morti, compresa una bimba di otto mesi, ma il bilancio è destinato a salire. Tra morti e feriti per le proteste si contano […]

2018
30/Apr

Gaza: la prigione a cielo aperto, il disastro umanitario e la persecuzione israeliana

Nella minuscola Striscia di Gaza – dilaniata da decenni di conflitto, crisi economica e blocco illegale da parte di Israele, Egitto e della stessa Autorità palestinese – è difficile isolare e analizzare un´emergenza perché la situazione è disastrosa praticamente su tutti i fronti che si possano trovare alla voce “crisi umanitaria”. L´ONU ha affermato che […]

2018
18/Apr

FALCIANI. LETTERA M5S A RAJOY, NO A ESTRADIZIONE

Hervé Falciani, ex dipendente IT della banca svizzera HSBC, è un whistleblower chiave nella lotta al riciclaggio e all’evasione fiscale, all’origine dello scandalo Swissleaks, che ha rivelato al mondo il ruolo cruciale giocato dal sistema bancario nell’agevolare e alimentare i meccanismi dell’evasione e elusione fiscale e i canali del riciclaggio di denaro sporco. Nel 2008 […]

2018
18/Apr

F.A.R.C., i bambini soldato

Anche se le FARC non combattono più, in Colombia ci sono ancora centinaia di bambini arruolati nelle fila dell’ELN o di altri gruppi paramilitari. E, tra guerriglia e narcotraffico, alla fine a fare le spese di tutta questa drammatica situazione sono i sempre gli stessi: i bambini e i ceti più poveri della società colombiana. […]