Diritti umani e civili

2018
24/Ott

La storia del giornalista Jamal Khashoggi, ucciso nel consolato saudita a Istanbul

La storia di Kashoggi potrebbe essere la trama di una  spy story oppure di una pellicola pulp.  E’ una storia ambientata in un consolato, in cui il protagonista viene fatto a pezzi, in cui intervengono travestimenti di sosia, agenti segreti ed esperti di autopsie che vivisezionano con segaossa! Purtroppo però, non stiamo parlando di finzione […]

2018
3/Ott

Romania. Nuovo codice penale, rischia di penalizzare la magistratura e favorire la corruzione

Signor Presidente, onorevoli colleghi, Primo ministro, fin dal nostro ingresso in Parlamento abbiamo ribadito la centralità dello Stato di diritto nell’Unione europea e chiesto che le istituzioni ne monitorassero costantemente il rispetto da parte degli Stati membri e potessero intervenire in caso riscontrassero violazioni. Siamo preoccupati da quello che leggiamo su quanto sta accadendo in […]

2018
3/Ott

Le continue violazioni dei diritti umani in Uganda

I diritti alla manifestazione e alla libera associazione sono prerogative universali che poggiano alla base di tutte le democrazie. In Uganda sembrano non essere dello stesso avviso, soprattutto quando si assiste a una protesta che sfocia in sparatorie, pestaggi, omicidi, torture e nell´arresto di 6 parlamentari e di altre 30 persone. Il bilancio di tale […]

2018
3/Ott

Myanmar, notably the case of journalists Wa Lone and Kyaw Soe Oo

The decision to jail Wa Lone and Kyaw Soe Oo, two Reuter’s reporters that were investigating the massacre of Rohingya is unacceptable. The military regime wanted to send a severe warning to whoever want to dare to look into military abuses. A real “censorship through fear” for anyone who fight to uncover uncomfortable truths and […]

2018
20/Set

Crollo democrazia in Cambogia. Europa sospenda accesso a mercato unico e lo condizioni al rispetto a ...

La velocità del crollo verticale della democrazia e dei diritti fondamentali in Cambogia è veramente sorprendente. In un solo anno infatti, l’unico vero partito di opposizione, il Cambogia National Rescue Party, è stato sciolto e il suo leader Kem Sokha incarcerato con false accuse. Cosa ci ricorda lo scivolamento verso un partito unico? Il culto […]