Bando “Fermenti” per le associazioni

Oggi vi parlo de bando del Dipartimento delle Politiche giovanili denominato “Fermenti”. Il Dipartimento mette a disposizione 16 milioni di euro con lo scopo di dare un sostegno finanziario e tecnico per trasformare le idee dei giovani in un progetto, costruendo e realizzando da protagonisti iniziative di imprenditorialità giovanile di natura sociale e coesiva che migliorino le condizioni di vita dei giovani e della collettività.

Chi può partecipare ?

Il bando è rivolto a :

  1. “gruppi informali”, ovvero gruppi con un minimo di tre ed un massimo di cinque soggetti di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni a
  2.  “Associazioni temporanee di scopo” (ATS) tra soggetti che, sulla base della normativa vigente, sono qualificati enti del Terzo settore, costituite da un massimo di tre enti (incluso il Capofila), il cui direttivo è costituito per la maggioranza da giovani tra i diciotto e i trentacinque anni

In sede di presentazione della domanda di partecipazione, i “gruppi informali” si impegnano a costituirsi in uno dei soggetti che sono qualificati enti del Terzo settore, entro e non oltre i 60 giorni successivi alla pubblicazione della graduatoria preliminare

Cosa finanzia?

Attraverso la condivisione di idee e competenze diversificate, di esperienze e pratiche da sperimentare e già sperimentate, FERMENTI incentiva lo sviluppo di progetti a carattere locale e/o nazionale capaci di esplorare le sfide sociali fondamentali per i giovani e generare nuove possibilità e soluzioni a problemi e priorità comuni che impattano sulla comunità.

Le proposte progettuali e i progetti esecutivi devono prevedere azioni volte ad affrontare una o più delle sfide sociali di seguito elencate:
a) “Uguaglianza per tutti i generi”;
b) “Inclusione e partecipazione”;
c) “Formazione e cultura”;
d) “Spazi, ambiente e territorio”;
e) “Autonomia, welfare, benessere e salute”.
Quanto finanzia?

La dotazione finanziaria è ripartita come segue:
a) “gruppi informali”:  4.500.000,00 €;
b) “Associazioni temporanee di scopo” (ATS) tra soggetti che, sulla base della normativa vigente, sono qualificati enti del Terzo settore:  10.000.000,00 €;
c) bonus per progetti sinergici: 10% delle risorse indicate rispettivamente alle lett. a) e b) del presente comma per un ammontare complessivo di 1.450.000,00 €
La richiesta di finanziamento pubblico per ciascuna proposta progettuale e progetto esecutivo, presentata da un “gruppo informale”, a pena di esclusione, non può essere inferiore a 30.000,00€ e superiore a 100.000,00€.

La richieste di finanziamento pubblico per ciascuna proposta progettuale e progetto esecutivo, presentata da una ATS, a pena di esclusione, non può essere inferiore a 100.000,00€ e superiore a 450.000,00 €

Quando scade?

Per partecipare al bando è necessario presentare la domanda, compilata secondo gli specifici allegati, ed inviarla, entro le ore 14,00 del 3 giugno 2019, esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: giovanieserviziocivile@pec.governo.it

Una volta pervenute tutte le domande di partecipazione, una Commissione le valuterà e predisporrà la graduatoria preliminare, approvata dal Capo del Dipartimento e pubblicata, con valore di notifica, sul sito www.poltichegiovanilieserviziocivile.it  e sul sito dedicato www.fermenti.gov.it

Le domande utilmente collocate nella graduatoria definitiva saranno finanziate fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

 

Per maggiori info 

http://www.governo.it/articolo/pubblicato-il-bando-fermenti-16-milioni-di-euro-trasformare-idee-progetti/11380

 


Una replica a “Bando “Fermenti” per le associazioni”

  1. Rosella ha detto:

    E fondamentale partecipare al bando per darvi lustro e perché il territorio merita ….la nostra terra fantastica ogliastra , che il buon Dio ci ha fatto grazia, col vostro aiuto possiamo migliorare la nostra qualità di vita, inclusione, laboratori artistici, trekking cucina tipica, tradizione. premiandoci si estende a ventaglio tra montagna e mare siamo nella bluson, terra dei centenari che il mondo ci invidia e ci studia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.