ARANCE ZIMBABWE IN UN SUPERMERCATO DI CATANIA. CORRAO (M5S), SMACCO CLAMOROSO PER LA SICILIA

L’europarlamentare alcamese: “Stiamo lavorando ad un pacchetto legislativo che tutela la filiera e incrementa i controlli fitosanitari dei prodotti in ingresso”.  


“Se dovesse essere accertato che le arance vendute in un supermercato di Catania sono dello Zimbabwe sarebbe uno smacco clamoroso per la Sicilia, l’ultima vergogna di cui ha piena responsabilità la politica italiana degli ultimi 20 anni. Stiamo lavorando ad un piano nazionale organico sugli agrumi con un pacchetto legislativo che tutela la filiera e incrementa anche la capacità di aggregazione e valorizzazione commerciale”. A dichiararlo è l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao a proposito della presenza di arance dello Zimbabwe in un supermercato di Catania, denunciata dalla presidente del distretto agrumicolo di Sicilia Federica Argentati. “E’  necessario un piano di settore – spiega Corrao – una programmazione a livello nazionale. Come in tutte le cose se vogliamo lavorare come sistema Paese è necessario avere un programma con obiettivi ben precisi ed una tempistica. È necessario quindi che il Governo dedichi agli agrumi l’impegno proporzionato alla loro importanza economica, soprattutto per il sud. La direzione che stiamo dando a livello interistituzionale, punta a ristabilire le priorità dato che il nostro export è imbavagliato da procedure farraginose, barriere fitosanitarie e ostacoli di ogni tipo che gli altri paesi mettono alle nostre arance, fino in qualche caso addirittura a disincentivare le esportazioni e renderle impossibili. Al contrario, in Italia entra di tutto, dai pomodori del Camerun alle arance dello Zimbabwe, come denunciato dalla nostra presidente del distretto agrumicolo Federica Argentati. Il nostro impegno – sottolinea Corrao – andrà da una parte ad assicurare il massimo dei controlli per le arance che arrivano in Italia e assicurare che rispettino le normative europee in tema di sicurezza alimentare, scongiurando la presenza di fitopatie e dall’altra stiamo lavorando per accelerare e favorire l’export delle nostre. A livello legislativo, abbiamo presentato al vice premier Luigi Di Maio un pacchetto di proposte, che adesso, tramite il collega alla Camera dei Deputati Antonio Lombardo, passeranno al vaglio della commissione nazionale Agricoltura” conclude l’eurodeputato M5S.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.